Contact Cleaner_Aerosol_Italiano

Material Safety Data Sheet Regolamento (CE) n.1907/2006 Art.31

Nome del prodotto : Contact Cleaner Data dell'emissione : 02.07.13 Version : 2.0
Ref.Nr.: BDS000082_5_20130702 (IT) Sostituisce : BDS000082_20121109

 
SEZIONE 1: Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa
 
1.1. Identificatore del prodotto
 
 
Contact Cleaner
(FOOD PROCESSING SAFE®)
Aerosol
 
1.2. Pertinenti usi identificati della sostanza o miscela e usi sconsigliati
 
Cleaners - Precision
 
1.3. Informazioni sul fornitore della scheda di dati di sicurezza
 
 
CRC Industries Europe bvba
Touwslagerstraat 1
9240 Zele
Belgium
Tel.: +32(0)52/45.60.11
Fax.: +32(0)52/45.00.34
E-mail : hse@crcind.com
 
SubsidiariesTelFax
CRC Industries Finland OyLaurinkatu 57 A 23 B, 08100 Lohja+358/(19)32.921+358/(19)383.676
CRC Industries France6, avenue du marais, C.S. 90028, 95102 Argenteuil Cedex01.34.11.20.0001.34.11.09.96
CRC Industries Deutschland GmbHSüdring 9, D-76473 Iffezheim(07229) 303.0(07229)30 32 66
CRC INDUSTRIES IBERIA S.L.U.GREMIO DEL CUERO-PARC.96, POLIGONO INDUSTR. DE HONTORIA, 40195 SEGOVIA0034/921.427.5460034/921.436.270
CRC Industries SwedenKryptongatan 14, 431 53 Mölndal0046/31 706 84 800046/31 27 39 91
 
1.4. Numero telefonico di emergenza
 
 
CRC Industries Europe, Belgium: Tel.: +32(0)52/45.60.11 (office hours)
Svizzera: Numero telefonico di emergenza CSIT (Centro Svizzero d'Informazione tossicologica): 145
 
SEZIONE 2: Identificazione dei pericoli
 
2.1. Classificazione della sostanza o della miscela
 
Classificazione conforme al regolamento (CE) n. 1272/2008
 
Dati fisici: Aerosol, categoria 1
 Aerosol estremamente infiammabile.
 Recipiente sotto pressione: può scoppiare se riscaldato.
Salute: Irritazione cutanea, categoria 2
 Provoca irritazione cutanea.
 Irritazione oculare, categoria 2
 Provoca grave irritazione oculare.
 Tossicità specifica per organi bersaglio — esposizione singola, categoria 3
 Può provocare sonnolenza o vertigini.
Ambiente : Non classificato
Altri : Nessuno
 
Classificazione conforme alla direttiva 67/548/CEE o 1999/45/CE:
 
Salute: R36/38: Irritante per gli occhi e la pelle.
 R67: L'inalazione dei vapori può provocare sonnolenza e vertigini.
Dati fisici: ESTREMAMENTE INFIAMMABILE
Ambiente : R52/53: Nocivo per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti negativi per l'ambiente acquatico.
 
2.2. Elementi dell'etichetta
 
Etichettatura conforme al regolamento (CE) n. 1272/2008
 
Identificatore del prodotto: Contiene:
 propan-2-olo; alcool isopropilico
Pittogrammi di pericolo:    
Le avvertenze: Pericolo
Indicazioni di pericolo: H222 : Aerosol estremamente infiammabile.
 H229 : Recipiente sotto pressione: può scoppiare se riscaldato.
 H315 : Provoca irritazione cutanea.
 H319 : Provoca grave irritazione oculare.
 H336 : Può provocare sonnolenza o vertigini.
Consigli di prudenza: P102 : Tenere fuori dalla portata dei bambini.
P210 : Tenere lontano da fonti di calore, superfici calde, scintille, fiamme libere o altre fonti di accensione. Non fumare.
 P211 : Non vaporizzare su una fiamma libera o altra fonte di accensione.
 P251 : Non perforare né bruciare, neppure dopo l'uso.
 P261 : Evitare di respirare la polvere/i fumi/i gas/la nebbia/i vapori/gli aerosol.
 P271 : Utilizzare soltanto all'aperto o in luogo ben ventilato.
P410/412 : Proteggere dai raggi solari. Non esporre a temperature superiori a 50°C/122°F.
P501-2 : Smaltire il contenuto/contenitore presso un punto di raccolta rifiuti autorizzato.
Informazione supplementari sui pericoli: Nessuno
 
2.3. Altri pericoli
 
Nessuno
 
SEZIONE 3: Composizione/informazioni sugli ingredienti
 
3.1. Sostanze
 
Non pertinente.
 
3.2. Miscele
 
 
Componenti pericolosiN° CASEC-nrw/w %simbolofrase-R*Note
propan-2-olo; alcool isopropilico67-63-0200-661-750-75F,Xi11-36-67B
nafta (petrolio), frazione leggera di hydrotreating64742-49-0921-024-6<25F,Xn,N11-38-51/53-65-67B
CO2124-38-9204-696-91-5--A,G
Explanation notes
A : sostanza per cui sussistono limiti comunitari all'esposizione sul luogo di lavoro
B : sostanza per cui sussistono limiti nationali all'esposizione sul luogo di lavoro
G : sono esenti dall obbligo di registrazione ai sensi dell'art. 2(7)(a), del regolamento REACH No 1907/2006
 
Componenti pericolosinumero di registrazione N° CASEC-nrw/w %Classe e categoria di pericoloIndicazione di pericoloNote
propan-2-olo; alcool isopropilico01-2119457558-2567-63-0200-661-750-75Flam. Liq. 2, Eye Irrit. 2, STOT SE 3H225,H319,H336B
nafta (petrolio), frazione leggera di hydrotreating01-2119475514-3564742-49-0921-024-6<25Flam. Liq. 2, Skin Irrit. 2, STOT SE 3, Asp. Tox. 1, Aquatic Chronic 2H225,H315,H336,H304,H411B
CO2124-38-9204-696-91-5Press. GasH280A,G
Explanation notes
A : sostanza per cui sussistono limiti comunitari all'esposizione sul luogo di lavoro
B : sostanza per cui sussistono limiti nationali all'esposizione sul luogo di lavoro
G : sono esenti dall obbligo di registrazione ai sensi dell'art. 2(7)(a), del regolamento REACH No 1907/2006
(* Termini esplicativi: si veda capitolo 16)
 
SEZIONE 4: Misure di primo soccorso
 
4.1. Descrizione delle misure di primo soccorso
 
Contatto con gli occhi : IN CASO DI CONTATTO CON GLI OCCHI: sciacquare accuratamente per parecchi minuti. Togliere le eventuali lenti a contatto se è agevole farlo. Continuare a sciacquare.
 Se l'irritazione degli occhi persiste, consultare un medico.
Conttato con la pelle : Togliersi di dosso gli indumenti contaminati e lavarli prima di indossarli nuovamente.
 IN CASO DI CONTATTO CON LA PELLE: lavare abbondantemente con acqua e sapone.
 In caso di irritazione della pelle: consultare un medico.
Inalazione : IN CASO DI INALAZIONE: trasportare l’infortunato all’aria aperta e mantenerlo a riposo in posizione che favorisca la respirazione.
 In caso di malessere, contattare un CENTRO ANTIVELENI o un medico.
Ingestione : In caso di ingestione non indurre il vomito a causa del rischio di aspirazione nei polmoni. Se si sospetta tale aspirazione si ottenere immediatamente l'intervento di un medico
 
4.2. Principali sintomi ed effetti, sia acuti e che ritardati
 
Inalazione : L'inalazione dei vapori dei solventi può essere motivo di nausea, mal di testa e stordimento
Ingestione : In caso di vomito, dopo aver inalato/ingerito accidentalmente il prodotto, è consigliabile respirare a pieni polmoni. I solventi possono indurre a polmonite chimica.
 Sintomi : gola irritata, dolore addominale , nausea, vomito
Contatto con la pelle : Irritante per la pelle
 Sintomi : rossore e dolore
Contatto con gli occhi : Irritante per gli occhi
 Sintomi : rossore e dolore , visione alterata
 
4.3. Indicazione dell'eventuale necessità di consultare immediatamente un medico e trattamenti speciali
 
Norma generale : In caso di malessere consultare il medico (se possibile, mostrargli l'etichette)
 Se i sintomi persistono consultare sempre un medico
 
SEZIONE 5: Misure antincendio
 
5.1. Mezzi di estinzione
 
schiuma, anidride carbonica o agente secco
 
5.2. Pericoli speciali derivanti dalla sostanza o dalla miscela
 
Gli aerosol possono esplodere se riscaldati a temperatura superiore a 50 °C
Forma prodotti pericolosi di decomposizione
CO,CO2
 
5.3. Raccomandazioni per gli addetti all'estinzione degli incendi
 
Tenere freddi i contenitori esposti al fuoco, spruzzandovi dell'acqua
In caso di incendio, non respirare i vapori
 
SEZIONE 6: Misure in caso di rilascio accidentale
 
6.1. Precauzioni personali, dispositivi di protezione e procedure in caso di emergenza
 
Chiudere tutte le sorgenti d'accensione
Assicurarsi che ci sia ventilazione adeguata
Usare indumenti protettivi a guanti adatti.
 
6.2. Precauzioni ambientali
 
Non permettere l'ingresso nelle fogne pubbliche e nei corsi d'acqua
Se l'acqua contaminata raggiunge i sistemi di fognatura od i corsi +d'acqua, informare immediatamente le autorità pertinenti
 
6.3. Metodi e materiali per il contenimento e per la bonifica
 
Assorbire quanto versato con sostanze inerti adatte
Collocare in un contenitore adatto
Questo materiale e/o il suo contenitore devono essere smaltiti come rifiuti pricolosi.
 
6.4. Riferimento ad altre sezioni
 
Per ulteriori informazioni vedere la sezione 8
 
SEZIONE 7: Manipolazione e immagazzinamento
 
7.1. Precauzioni per la manipolazione sicura
 
Tenere lontano dal calore e dalle sorgenti di accensione
Evitare l'accumulo di cariche elettrostatiche
Le apparecchiature devono essere collegate a terra
Utilizzare impianti elettrici/di ventilazione/d'illuminazione/.../a prova di esplosione.
Utilizzare solo utensili antiscintillamento.
Non respirare i vapori o gli aerosol
Assicurarsi che ci sia ventilazione adeguata
Evitare il contatto con gli occhi e con la pelle.
Lavare bene dopo l'uso
Indossare guanti/indumenti protettivi/Proteggere gli occhi/il viso.
Si devono avere disponibili bicchierini per il lavaggio degli occhi
 
7.2. Condizioni per l'immagazzinamento sicuro, comprese eventuali incompatibilità
 
Contenitore sotto pressione : non esporre ai raggi solari né a temperatura superiore a 50 °C.
Conservare fuori della portata dei bambini.
 
7.3. Usi finali particolari
 
Cleaners - Precision
 
SEZIONE 8: Controllo dell'esposizione/protezione individuale
 
8.1. Parametri di controllo
 
Valore limite di soglia :
 
 
Componenti pericolosiN° CASmetodo
limiti di esposizione UE:
CO2124-38-9TWA5000 ppm
propan-2-olo; alcool isopropilico67-63-0TWA400 ppm
STEL500 ppm
Limiti di esposizione nazionali, Schweiz, Svizzera, Suisse
CO2124-38-9TWA5000 ppm
propan-2-olo; alcool isopropilico67-63-0TWA200 ppm
nafta (petrolio), frazione leggera di hydrotreating64742-49-0TWA500 ppm
 
8.2. Controlli dell'esposizione
 
Condizioni di esposizione : Assicurarsi che ci sia ventilazione adeguata
 Tenere lontano dal calore e dalle sorgenti di accensione
 Evitare l'accumulo di cariche elettrostatiche
Protezione personale : Prendere precauzioni per evitare il contatto con la pelle e gli occhi durante la manipolazione del prodotto.
 Assicurarsi che ci sia ventilazione adeguata
inalazione : In caso di ventilazione insufficiente, usare un apparecchio respiratorio adatto.
Respiratori per Gas e Vapori Organici (A,AX)
pelle e mani : Indossare adatti guanti protettivi
(nitrile)
occhi : Indossare occhiali di sicurezza.
Controlli dell’esposizione ambientale: Non disperdere nell'ambiente.
 Raccogliere il materiale fuoriuscito.
 
SEZIONE 9: Proprietà fisiche e chimiche
 
9.1. Informazioni sulle proprietà fisiche e chimiche fondamentali
 
Per gli aerosoli: i dati relativi al prodotto senza propellente
Aspetto : stato fisico : Liquido con propellente CO2.
colore : Incolore.
odore : Solvente.
pH : Non pertinente.
Punto/intervallo di ebollizione : 60-95 °C
Punto di inflammabilitá : < 0 °C (Closed Cup)
Proprietá esplosive : limite superiori : Non disponibile.
limite inferiori : Non disponibile.
Tensione di vapore : Non disponibile.
Densitá relativa : 0.76 g/cm3 (@ 20°C).
Solubilità in acqua : Insolubile in acqua
Autoaccensione : > 200 °C
Viscositá : Sec (ASTM CF 4).
 
9.2. Altre informazioni
 
VOC: 725 g/l
 
SEZIONE 10: Stabilità e reattività
 
10.1. Reattività
 
Non si conoscono reazioni pericolose se usato per lo scopo cui è inteso
 
10.2. Stabilità chimica
 
Stabile
 
10.3. Possibilità di reazioni pericolose
 
Non si conoscono reazioni pericolose se usato per lo scopo cui è inteso
 
10.4. Condizioni da evitare
 
Evitare surriscaldamento
 
10.5. Materiali incompatibili
 
Forte agente ossidante
 
10.6. Prodotti di decomposizione pericolosi
 
CO,CO2
 
SEZIONE 11: Informazioni tossicologiche
 
11.1. Informazioni sugli effetti tossicologici
 
Inalazione : L'inalazione dei vapori dei solventi può essere motivo di nausea, maldi +testa e stordimento
Ingestione : In caso di vomito, dopo aver inalato/ingerito accidentalmente il prodotto, è consigliabile respirare a pieni polmoni. I solventi possono indurre a polmonite chimica.
Contatto con la pelle : Irritante per la pelle
Contatto con gli occhi : Irritante per gli occhi
 
Dati tossicologiche :
 
 
Componenti pericolosiN° CASmetodo
propan-2-olo; alcool isopropilico67-63-0LD50 oral rat> 5000 mg/kg
LC50 inhal.rat> 20 mg/l
LD50 derm.rabit> 5000 mg/kg
nafta (petrolio), frazione leggera di hydrotreating64742-49-0LD50 oral rat> 5000 mg/kg
LC50 inhal.rat> 25000 mg/m3
LD50 derm.rat> 2000 mg/kg
 
SEZIONE 12: Informazioni ecologiche
 
12.1. Tossicità
 
Non classificato
 
Dati ecotossicologici:
 
 
Componenti pericolosiN° CASmetodo
propan-2-olo; alcool isopropilico67-63-0IC50 algae> 1000 mg/l
LC50 fish> 1000 mg/l
EC50 daphnia> 1000 mg/l
nafta (petrolio), frazione leggera di hydrotreating64742-49-0LC50 fish> 10 mg/l
EC50 daphnia3 mg/l
 
12.2. Persistenza e degradabilità
 
Non c'è alcun dato sperimentale
 
12.3. Potenziale di bioaccumulo
 
Non c'è alcun dato sperimentale
 
12.4. Mobilità nel suolo
 
Insolubile in acqua
 
12.5. Risultati della valutazione PBT e vPvB
 
Non si hanno informazioni
 
12.6. Altri effetti avversi
 
Non c'è alcun dato sperimentale
 
SEZIONE 13: Considerazioni sullo smaltimento
 
13.1. Metodi di trattamento dei rifiuti
 
Prodotto : Non disfarsi del prodotto e del recipiente se non con le dovute precauzioni.
 Non scaricare nelle fognature o nell'ambiente; smaltire i residue in un punto di raccolta rifiuti autorizzato.
Nationale Vorschriften : I rifiuti devono essere trattati secondo le leggi locali, statali o nazionali
 
SEZIONE 14: Informazioni sul trasporto
 
14.1. Numero ONU
 
Numero UN : 1950
 
14.2. Nome di spedizione dell'ONU
 
Nome di spedizione: AEROSOLS
 
14.3. Classi di pericolo connesso al trasporto
 
Classi: 2.1
ADR/RID - Codice di classificazione: 5F
 
14.4. Gruppo d'imballaggio
 
Gruppo d'imballaggio: non applicabile
 
14.5. Pericoli per l'ambiente
 
ADR/RID - Materia pericolosa dal punto di vista dell'ambiente: No
IMDG - Materia pericolosa dal punto di vista dell'ambiente No
IATA/ICAO - Materia pericolosa dal punto di vista dell'ambiente: No
 
14.6. Precauzioni speciali per gli utilizzatori
 
ADR/RID - Codice Tunnel: (D)
IMDG - Ems: F-D, S-U
IATA/ICAO - PAX: 203
IATA/ICAO - CAO 203
 
14.7. Trasporto di rinfuse secondo l'allegato II di MARPOL 73/78 ed il codice IBC
 
Non pertinente.
 
SEZIONE 15: Informazioni sulla regolamentazione
 
15.1. Norme e legislazione su salute, sicurezza e ambiente specifiche per la sostanza o la miscela
 
La scheda dati di sicurezza è compilata secondo i requisiti europei attualmente applicabili.
Dir. 2013/10/UE, 2008/47/CE, modifica della direttiva 75/324/CEE sui generatori di aerosol.
Regolamento (CE) n. 1907/2006 (REACH)
Direttiva 99/45/EU
Regolamento (CE) n. 1272/2008 (CLP)

 
15.2. Valutazione della sicurezza chimica
 
Non si hanno informazioni
 
SEZIONE 16: Altre informazioni
 
*Termini esplicativi del rischio: R11: Facilmente infiammabile.
 R36: Irritante per gli occhi.
 R38: Irritante per la pelle.
 R65: Nocivo: può causare danni ai polmoni in caso di ingestione.
 R67: L'inalazione dei vapori può provocare sonnolenza e vertigini.
 R51/53: Tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti negativi per l'ambiente acquatico.
*Termini esplicativi del indicazione di pericolo: H225 : Liquido e vapori facilmente infiammabili.
 H280 : Contiene gas sotto pressione; può esplodere se riscaldato.
 H304 : Può essere letale in caso di ingestione e di penetrazione nelle vie respiratorie.
 H315 : Provoca irritazione cutanea.
 H319 : Provoca grave irritazione oculare.
 H336 : Può provocare sonnolenza o vertigini.
 H411 : Tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata.
AGGIORNAMENTO/REVISIONE AL CAPITOLO : 2.2. Elementi dell'etichetta
Questo prodotto deve essere conservato, magneggiato e impiegato secondo le procedure della corretta igiene industriale ed in conformità alle norme legislative.
Le informazioni qua riportate sono basate sull' attuale stato della nostra conoscenza e intendono descrivere i nostri prodotti agli effetti delle esigenze di sicurezza. Esse non costituiscono garanzia di specifiche qualità.